Innovoil

Innovazione di processo e di impianto per la produzione sostenibile di olio alimentare

SCROLL DOWN

Il progetto

Da sempre Salov opera per la riduzione degli impatti ambientali causati dalle proprie attività produttive, in particolare l’attività di raffinazione. Nel 2011 nasce la volontà di partecipare al progetto INNOVOIL acronimo di – INNOVazione di processo e di impianto per la produzione sostenibile di olio alimentare.

Sostenuto dalla Regione Toscana e realizzato in partnerariato con ENERTECH S.R.L., con la collaborazione dell’Università di Pisa e il Consorzio del polo tecnologico della Magona di Cecina si poneva l’obiettivo di realizzare di un piano di intervento per l’applicazione di tecnologie innovative al processo produttivo con lo scopo di ridurre i consumi energetici di materiali e i rifiuti prodotti.

I momenti chiave del progetto sono stati:

salov

  • Caratterizzazione e analisi di ogni fase del processo di raffinazione con lo scopo di aumentare la sostenibilità del processo diminuendo i consumi energetici e di materiali
  • Progettazione e realizzazione di un impianto pilota per la riproduzione di ogni fase del processo di raffinazione
  • Ampliamento della sezione di equalizzazione dell’impianto di depurazione delle acque reflue per svincolare l’andamento dell’impianto dalla variabilità della materia prima lavorata sull’impianto
  • Recupero di calore da correnti interne al processo per sopperire al fabbisogno energetico degli impianti
  • Recupero e riciclo di condense, precedentemente utilizzate in ciclo aperto, per la produzione di vapore
  • Implementazione di una simulazione del processo di raffinazione (con simulatore ASPEN HYSYS) per quantificare le richieste energetiche nelle varie sezioni di impianto e identificare le possibilità di recupero e risparmio energetico
  • Analisi dell’impatto ambientale del processo con metodologia LCA (life cycle assessment, UNI EN ISO 14040-14044) per verificare il miglioramento della sostenibilità ambientale del processo